Dott.ssa Raffaella Varriale, Biologa Nutrizionista
Telefono +39.333.7993810

Cosa accade quando si bruciano i muscoli?

Questa preoccupazione è tipica del mondo del body building dove il volume del muscolo è tutto.

La situazione per fortuna è molto meno critica di quanto si possa pensare. Il catabolismo proteico non è la fonte primaria di energia e quindi i muscoli vengono bruciati (catabolismo) in circostanze abbastanza particolari che vale la pena conoscere. Perché parta il segnale di conversione dei muscoli in energia occorre che esista una situazione ormonale favorevole a tale conversione.

Gli ormoni tiroidei e il cortisolo
Negli stati di malnutrizione in genere i livelli degli ormoni T3 e T4 si riducono per diminuire il metabolismo basale e il catabolismo proteico. Poiché tali ormoni sono ridotti anche in chi segue diete ipocaloriche, il digiuno o la restrizione calorica sono tanto più influenti sui muscoli quanto meno il soggetto è abituato alla situazione.
Il cortisolo (o idrocortisone) è il glucocorticoide più attivo (praticamente rappresenta il 95% dell’attività della famiglia di ormoni) e, fra l’altro, ha lo scopo di mantenere costante il tasso di glucosio nel sangue. Se in seguito a restrizione alimentare o a intenso sforzo fisico i livelli di glicogeno incominciano a scarseggiare, ecco che il cortisolo entra in azione favorendo una serie di processi che tendono a risparmiare il glucosio (decremento del consumo di glucosio, trasformazione tramite gluconeogenesi delle proteine in glucosio, liberazione di acidi grassi con risparmio di glucosio ecc.). La sua azione è contrastata da testosterone e insulina e dalla “lotta ormonale” si determina la prevalenza dell’anabolismo o del catabolismo.

La pratica
quando si bruciano i muscoliIl discorso ormonale è molto interessante, ma in pratica? Dalla breve discussione teorica soprariportata deve essere chiaro che in condizioni di normalità:
il catabolismo proteico è attivato dalla deplezione di glicogeno.
In termini più semplici, quando manca una scorta sufficiente di carboidrati, l’organismo lo rileva e cerca di porvi riparo “smontando” i muscoli e convertendo le proteine in energia.

Due sono le condizioni in cui tale situazione è riscontrabile:

regime alimentare eccessivamente ipocalorico;
sforzo fisico prolungato.
Il vero problema è di capire cosa si intenda per “eccessivamente” e per “prolungato”.

CONTINUA: https://www.albanesi.it/alimentazione/quando-si-bruciano-i-muscoli.htm

ti posso aiutare?